Allatta il compagno 36enne ogni due ore: “Fa bene alla coppia”

Anomala e discutibile abitudine quella di Jennifer, donna di Atlanta (USA), resa pubblica in un’intervista rilasciata al Daily Mail: allatta il proprio compagno 36enne ogni due ore. Motivo? Crede che in questo modo il legame con lui si rafforzi, proprio come accade tra mamma e bambino…

L’allattamento naturale al seno, promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come importante pratica in grado di migliorare la salute dei piccoli e delle loro mamme, è anche un meraviglioso momento di ‘contatto’ tra i nuovi nati e chi li ha messi al mondo. ‘Contatto’, questo, che per i bimbi deve rappresentare l’unica fonte di nutrimento ed idratazione per i primi sei mesi di vita; dopo i quali, gradualmente, essi passeranno ad una dieta integrata con altri cibi fino a primi due anni di vita.

Ma nel caso in cui ad allattare non sia la madre naturale ed il ‘neonato’ in realtà sia… un corpulento appassionato di Body Building di 36 anni compiuti? Vi sarebbero comunque degli indiscussi benefici per entrambi o… servirebbero due camicie di forza?

Sì, perché Jennifer Mulford, una donna di Atlanta (Georgia, USA) ha generato un’autentica bufera sul web annunciando pubblicamente di aver lasciato il lavoro per dedicarsi totalmente all’allattamento quotidiano del proprio compagno Brad Leeson. Perché? Intervistata dal Daily Mail, la ragazza ha così giustificato questa loro anomala abitudine:

“Lo allatto ogni due ore, e per favorire la formazione di latte materno sto seguendo una dieta speciale, fatta soprattutto di semi di lino e di erbe in pillole. Questo fa bene a lui e alla coppia in generale: lui riceve tutto l’apporto proteico per allenarsi e tra di noi si è venuto a formare un legame particolare”.

Jennifer ha altresì sottolineato come questo sia per loro un momento molto intimo, che i due vivono quotidianamente; sempre e rigorosamente in privato. Beh, menomale. Mi immagino, altrimenti, la scena apocalittica e i momenti di panico che si creerebbero all’interno di un centro commerciale all’ora della ‘poppata’.

Ma da dove nasce questo rapporto così… unico? La donna ha dichiarato che, per molto tempo, ha cercato un partner disposto a sperimentare qualcosa di simile; ma, non avendolo trovato, si è infine rivolta all’amore della sua infanzia, Brad, il quale ha accettato con inaspettato entusiasmo.

“Ho acceso una luce nella sua testa, era eccitato prima di provare. In quel momento ho capito che sarebbe stato l’uomo della mia vita. Insieme stiamo creando un legame magico che solo con l’allattamento si può raggiungere, ha spiegato Jennifer.

Ma al di là della “luce” accesa nella testa, dell’eccitazione (più o meno comprensibile) e della spiegazione più o meno convincente a proposito di questo straordinario legame nato attraverso l’allattamento… perché la coppia ha deciso di rendere pubblico tutto questo? Non era forse meglio mantenere questo segreto ben incastonato nell’intimità del loro rapporto? Non hanno pensato al fatto che “sessualizzando” così una pratica meravigliosa e naturale come il fisiologico allattamento al seno, potessero generare un gran clamore in senso negativo?

Forse no… fatto sta che la bufera c’è stata e i commenti degli internauti indignati sono stati molto duri, come ad esempio: “È proprio grazie alla sessualizzazione dell’allattamento di gente come loro se molte mamme oggi vengono costrette a non nutrire i loro figli in pubblico”.

Alex Blond

Fonti: Daily Mail, Fanpage

Foto: Jennifer Mulford e Brad Leeson, Facebook

Leave a Reply